L’innovazione tecnologica al servizio del sorriso

La Tecnologia e l’innovazione che ne consegue sono ormai riscontrabili in diversi ambiti delle nostre attività quotidiane. Anche nell’ambito lavorativo, ancor più in quello medico-sanitario, l’innovazione tecnologica è un elemento fondamentale per migliorare la qualità dei servizi e dei trattamenti, tutto a vantaggio della sicurezza e del comfort del paziente!

Impronta digitale

Sembra una cosa da niente, ma una delle novità tecnologiche più amate da chi ha bisogno di curare la propria bocca è l’impronta “digitale”. Prendere l’impronta della dentatura, infatti, è fondamentale in tantissimi interventi, soprattutto di ortodonzia.

Fino a qualche anno fa non c’era scelta: bisognava procedere con un vero e proprio calco, introducendo nella bocca del paziente una pasta particolare, lasciandola solidificare per poi estrarla.
Una procedura estremamente fastidiosa e invasiva, che spesso creava un riflesso spontaneo di nausea.

Oggi esiste uno scanner che dà la possibilità di prendere l’impronta delle arcate dentali in modo digitale: chi è seduto sulla poltrona non sente nulla e il risultato è impeccabile, perché più preciso.

Le simulazioni 3D

Lo scanner digitale ha permesso anche un’ulteriore sorprendente evoluzione: la simulazione tridimensionale dei risultati di un trattamento!

Già in occasione della prima visita, il dentista potrà impostare il trattamento e simulare, in 3D, il risultato finale, facendo vedere subito al paziente come sarà la sua bocca: la proiezione è assolutamente affidabile e molto realistica!

I materiali metal free

Un altro capitolo che merita di essere menzionato quando si parla di innovazione tecnologica in odontoiatria è quello dei materiali metal free.

Oggi c’è un’attenzione sempre più crescente alla salute e al benessere del paziente: per ricostruire i denti, ad esempio, si utilizza la ceramica integrale, che non dà allergie, non rilascia sostanze nocive a contatto con la salute e garantisce anche un risultato estetico migliore, senza aloni grigi.

Per quanto riguarda gli allineatori invisibili, questi sono prodotti con un materiale atossico e anallergico PET-G specifico per l’odontoiatria. Si tratta di un materiale biocompatibile di altissima qualità che permette agli allineatori di mantenere la loro forma e di provocare i movimenti dentali necessari all’allineamento.

Ma non è tutto! Essendo realizzate in PET-G, è possibile tranquillamente smaltire le vecchie mascherine nella raccolta del multimateriale leggero, insieme a bottiglie e contenitori di plastica, in modo che possano essere riciclate!